CCNL Lavoratori Somministrati

Contratto di Somministrazione Lavoro

Una fra le principali funzioni di un'agenzia per il lavoro è favorire l'incontro tra l'offerta e la domanda stipulando peculiari contratti di somministrazione del lavoro.

Il contratto di lavoro interinale è stato trasformato dal D.Lgs. n.267 del 2003 (noto come Legge Biagi) in un rapporto di somministrazione di lavoro basato sull'accordo tra tre soggetti: il datore di lavoro, l'agenzia del lavoro accreditata dal Ministero del Lavoro ed il lavoratore.
In altre parole l'azienda che offre un impiego si rivolge all'agenzia stipulando un contratto con essa che (nelle vesti di somministratore) assume il lavoratore.


Il dipendente intraprende, pertanto, la sua esperienza all'interno dell'azienda utilizzatrice, godendo di tutti i diritti ed essendo sottoposto ai medesimi doveri dei suoi colleghi assunti in maniera tradizionale. Ad esempio il lavoratore somministrato ha diritto a ricevere la stessa retribuzione dei colleghi incaricati a svolgere un'uguale mansione. Anche i diritti sindacali sono ugualmente riconosciuti, così come il diritto a godere delle ferie e dei permessi e a maturare il TFR.
La fondamentale differenza con il dipendente assunto direttamente da un'azienda va rintracciata, quindi, nel contratto  sottoscritto dal dipendente e dall'agenzia del lavoro. Le immediate conseguenze di tale peculiarità risiedono nel fatto che sia lo stipendio sia i contributi sono versati dall'agenzia per il lavoro la quale a sua volta è rimborsata dall'utilizzatore, ovvero dal datore di lavoro.


CCNL LAVORATORI SOMMINISTRATI

Anche i lavoratori somministrati beneficiano di un proprio Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro dal quale discende la disciplina che regolamenta le situazioni singole, sia sotto l'aspetto economico che delle mansioni. Il CCNL per i lavori in somministrazione è stato rinnovato nel luglio del 2008 ed importanti novità sono state introdotte.

Consigliamo a tutti i lavoratori assunti da un'agenzia del lavoro di leggere con estrema attenzione il CCNL per comprendere pienamente i propri diritti, ed anche i propri doveri. Vi anticipiamo soltanto che fra le diverse innovazioni introdotte vi sono incentivi volti a migliorare la stabilizzazione della carriera dei lavoratori i quali possono beneficiare con maggiore facilità anche di una trasformazione del contratto da tempo determinato a indeterminato.